Roberto

La contabilizzazione del calore è sempre obbligatoria? I dubbi del CNI

La contabilizzazione del calore è sempre obbligatoria?

Il dlgs 141/2016 ha introdotto una serie di modifiche al dlgs 106/2014  sull’efficienza energetica degli edifici.

cni

Il provvedimento, entrato in vigore il 26 luglio 2016, introduce una serie di correttivi relativi a:

  • rettifica di alcune definizioni
  • precisazioni sulla modalità di calcolo dell’obiettivo nazionale vincolante di efficienza energetica e disposizioni finalizzate a rendere più chiare le norme concernenti la misurazione
  • fatturazione del consumo energetico
  • suddivisione delle spese in condomini ed edifici polifunzionali
  • multe in caso di inadempimento

Il CNI, in collaborazione con AiCARR (Associazione italiana condizionamento dell’aria e refrigerazione) e Anaci (Associazione italiana amministratori condominio), ha sollevato una serie di dubbi circa i contenuti del nuovo decreto e le implicazioni da esso derivanti e ha scritto una lettera direttamente al Ministero dello sviluppo economico per ottenere chiarimenti.

Contabilizzazione del calore: i dubbi e le richieste di chiarimento del CNI

Gli ingegneri sollevano numerosi dubbi di carattere tecnico.

Il dlgs 141/2016 impone l’installazione obbligatoria di contabilizzatori di calore entro il 31 dicembre 2016 per gli edifici polifunzionali e i condomini.

Tuttavia il decreto non modifica la precedente definizione di “edificio polifunzionale”, definito come edificio destinato a scopi diversi e occupato da almeno due soggetti che devono ripartire tra loro la fattura dell’energia acquistata.

Non è chiaro dunque se in un unico edificio, con un’unica destinazione d’uso e con un unico proprietario, come ad esempio gli edifici adibiti a Case Popolari, sono previsti gli obblighi di legge (contabilizzazione del calore).

Pertanto, il CNI chiede di specificare meglio le tipologie di edificio interessate dai nuovi obblighi.

Si chiede inoltre al Ministero di chiarire:

  • le definizioni di TLR e TLF, che creano una serie di problemi
  • la definizione di riscaldamento e raffreddamento efficienti, che è ancora tortuosa e di difficile comprensione
  • la definizione di sistema di misurazione intelligente, che presenta lacune
  • le questioni legate alla verifica, che risulterebbe troppo onerosa
  • altre questioni tecniche
Previous Article Isolamento acustico inadeguato: va considerato un grave difetto costruttivo?
Next Article Isolamento acustico inadeguato: va considerato un grave difetto costruttivo?
Print
17 Rate this article:
No rating
«gennaio 2018»
lunmarmergiovensabdom
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234

Contatti

Impre.Co.M. S.r.l.
Sede Legale:
Via Oropa 76 - 10153 - Torino

P.I. 11659610015
Tel/Fax 011 30.17.910 - Cell. 335.626.66.51

info@imprecomtorino.it

Certificazioni

acquistinrete


Ministero dell'economia e delle finanze

 

consip

Impresa Certificata:
Bentley soa