I Nostri Servizi

Documento senza titolo

Compartimentazione antincendio

POSA IN OPERA

La posa in opera delle murature tecniche è un’operazione apparentemente semplice poiché i blocchi hanno dimensioni e peso tali da poter essere maneggiati con facilità. Il mantenimento degli allineamenti e il dosaggio della malta richiede la professionalità di squadre di posatori specializzate. La posa avviene seguendo la modularità orizzontale e verticale dei blocchi: a questo scopo si utilizzano fili colorati, calandri, bolle e fili a piombo. In particolare, il posizionamento del filo orizzontale serve a fissare la quota del blocco: a mano a mano che si procede con la costruzione, il filo si sposta in altezza seguendo il modulo del blocco (20 cm), per impostare l’allineamento del bordo superiore. In corso d’opera è bene verificare le quote misurando l’altezza del muro dal piano di posa al solaio superiore: eventuali differenze fra la modularità dei blocchi e la parete da realizzare possono essere recuperate nel primo strato di malta, oppure distribuite sullo spessore dei giunti orizzontali successivi. Qualora le differenze fossero consistenti, occorrerà tagliare il blocco in sommità alla parete. Per quanto riguarda la lunghezza della parete da realizzare è necessario calcolare quanti multipli di blocco sono necessari e stabilire dove tagliare le eventuali differenze.

MURATURE TAGLIAFUOCO

La normativa sulla protezione passiva antincendio prevede che gli edifici siano opportunamente compartimentati mediante murature tagliafuoco, allo scopo di limitare i danni alle cose, permettere l’evacuazione delle persone e facilitare l’opera dei vigili del fuoco, evitando che le fiamme si estendano sull’intera superficie. La muratura tagliafuoco sotto l’azione delle fiamme deve mantenere la propria resistenza meccanica, deve impedire il passaggio di fiamme, vapori, gas caldi e fumi tossici e isolare termicamente i compartimenti adiacenti.

BLOCCHI DI CALCESTRUZZO

Rappresentano uno dei sistemi più diffusi ed economici per realizzare murature di tamponamento. Devono essere prodotti in conformità alla normativa Europea UNI EN 771-3 che li definisce “elementi vibrocompressi, ottenuti con aggregati pesanti o leggeri, per muri comuni, da rivestimento, faccia a vista, portanti o non portanti”.


BLOCCO 20x20x50 FACCIAVISTA GRIGIO EI 120

Muratura di tamponamento interno realizzata con blocco in calcestruzzo vibrocompresso modello BL 20/50 EI120, con finitura faccia a vista, delle dimensioni modulari cm 50x20x20 (lunghezza x spessore x altezza) e dimensioni nominali mm 494x197x192, 



BLOCCO 12x20x50 FACCIAVISTA GRIGIO EI 120

Muratura di tamponamento interno realizzata con blocco in calcestruzzo vibrocompresso modello BL 12/50M2C EI120, con finitura faccia a vista, delle dimensioni modulari cm 50x12x20 (lunghezza x spessore x altezza) e dimensioni nominali mm 494x117x192, 


MALTA PARAMANO MPD20

MPD20 PARAMANO grigia, è una malta premiscelata in polvere studiata per la costruzione di pareti in blocchi faccia a vista, con ottima lavorabilità e costante uniformità cromatica. E’ utilizzabile per l’elevazione e la sigillatura di pareti interne ed esterne costruite in blocchi di cls.

TRALICCIO PIATTO

Traliccio prefabbricato composto da due fili di acciaio zincati paralleli Ø4 collegati da un terzo filo sinusoidale continuo mediante punti di saldatura. Il traliccio ha un piccolo spessore e viene posato annegandolo nei corsi di malta, i fili paralleli sono nervati al fine di ottenere un’ottima adesione alla malta cementizia. 

IRRIGIDIMENTO VERTICALE

Irrigidimenti realizzati inserendo all’interno della cavità dei blocchi gabbie preassemblate in barre di acciaio tipo B450C e getto di calcestruzzo C20/25 N/mm2. La gabbia deve essere opportunamente staffata, sia per confinare le azioni di taglio e sia per garantire la corretta posizione delle armature verticali all’interno della cavità del blocco. Infatti una errata distribuzione delle armature non garantirebbe il corretto assorbimento delle sollecitazioni.

IRRIGIDIMENTO ORIZZONTALE

Irrigidimenti con funzione di “rompitratta” realizzati impiegando i blocchi speciali tipo “correa” predisposti per getto in calcestruzzo C20/25 N/mm2 ed armati longitudinalmente con acciaio B450C in tralicci elettrosaldati a staffa continua.

STAFFE DI ANCORAGGIO

Staffa di acciaio per il consolidamento delle murature in blocchi di cls agli elementi verticali esistenti, in lamiera zincata a caldo spessore 3 mm. e piegata con profilo a Z in diversi passi per meglio adattarsi ad ogni situazione d’impiego. 

VINCOLO DI FONDAZIONE

Le murature vanno bloccate alla base per generare l’incastro degli irrigidimenti verticali o “pilastrini”, tale vincolo è realizzato con barre d’acciaio opportunamente inghisate alla fondazione mediante adeguati ancoranti chimici.

Contatti

Impre.Co.M. S.r.l.
Sede Legale:
Via Oropa 76 - 10153 - Torino

P.I. 11659610015
Tel/Fax 011 30.17.910 - Cell. 335.626.66.51

info@imprecomtorino.it

Certificazioni

acquistinrete


Ministero dell'economia e delle finanze

 

consip

Impresa Certificata:
Bentley soa